Marche, Spiaggia
 
 

LA COMMISSIONE SALUTE DA' IL VIA LIBERA AI PIANI DI AREA VASTA

La Commissione Salute della Regione Marche, Presieduta da Francesco Comi, si è riunita questa mattina alla presenza dei consiglieri Giancarlo D’Anna, Fabio Badiali, Gianluca Busilacchi, Valeriano Camela, Paola Giorgi, Giulio Natali, del Direttore del Dipartimento Salute, Carmine Ruta, del Direttore generale Asur, Piero Ciccarelli, i Direttori delle Aziende Ospedaliere Ricci, Galassi, Zuccatelli, dei Direttori di Area Vasta Capalbo, Bevilacqua, Bordoni e Genga.
La Commissione, cui hanno partecipato anche i Consiglieri regionali Raffaele Bucciarelli, Adriano Cardogna, Enzo Marangoni e Rosalba Ortenzi, ha dato il via libera ai Piani triennali di Area vasta e approvato una importante modifica alla legge 13 sull’Organizzazione del Sistema sanitario regionale, che rafforza il ruolo della concertazione e della programmazione della Regione.
La commissione è stata introdotta da una lunga relazione del presidente Comi cui hanno seguito gli interventi dei Direttori Ruta, Zuccatelli, Ciccarelli, Galassi e Ricci.
Il Presidente Comi ha chiarito:
• che i tagli operati dal governo sono inaccettabili e vanno contrastati in tutte le sedi nazionali. La sanità non è la Parmalat è piuttosto un settore strategico multi servizi, multi prodotto, di grande professionalità, di cura della persona umana e come tale andrebbe considerato.
• che i Piani triennali di Area Vasta vanno attuati ma occorrerà predisporre velocemente, al massimo a settembre, piani attuativi annuali più dettagliati concertati con sindacati ed attuati d'intesa con la Giunta regionale e la Commissione.
• che serve una reale integrazione dei servizi tra tutte le Aziende regionali Asur, Inrca, Torrette, Marche nord che ancora oggi sono troppo autonome e poco dialoganti
• che occorre regimentare, nella programmazione regionale, anche le funzioni delle case di cura private che pur essendo soggetti esterni sono sempre erogatori privati di un servizio pubblico assegnando loro volumi puntuali di prestazioni e obiettivi condivisi
• che occorre limitare il più possibile il ricorso improprio alla libera professione degli operatori pubblici qualora non corrisponda all'obiettivo reale di contenimento delle liste di attesa e di mobilità passiva.
La Commissione ha approvato anche una legge, alla unanimità, con cui modifica la legge 13 e dove appunto si prescrive l'obbligo di una programmazione unica e condivisa tra tutte le Aziende della sanità marchigiana (Asur, Inrca, Torrette, Marche nord) e dove si introducono i piani annuali attuativi di Area vasta tra le competenze della giunta regionale. A oggi erano previsti i soli indirizzi generali.
(C.D.)
Comunicato n.202, Venerdì 27 Luglio 2012
 
 
Consiglio regionale Assemblea legislativa – P.zza Cavour, 23 60121 Ancona - C.F. 80006310421 - Tel. 071/22981 - Fax -071/2298539