Riviera del Conero
 
 

OLTRE 400 STUDENTI ALLA “GIORNATA REGIONALE PER LA PACE” IL PRESIDENTE SOLAZZI: “NON DELEGATE AD ALTRI LA COSTRUZIONE DI UNA SOCIETA’ MIGLIORE”. Al centro dell’attenzione della settima edizione la fraternità come sintesi di integrazione e di convivenza civile tra i popoli. Il ricordo di Nelson Mandela. Premiati i vincitori del concorso “Fraternità strumento di pace”, promosso dal Consiglio regionale con la collaborazione dell’Università per la pace e dell’Ufficio scolastico regionale.


“La pace deve essere centrale nell’esistenza di tutti noi. Deve sostanziarsi ogni giorno, in famiglia, a scuola, attraverso il rispetto per gli altri, al di là delle diversità e delle distinzioni. Costruiamo la pace se ci ispiriamo alla fratellanza e se non deleghiamo agli altri il compito di porre le fondamenta per una società migliore. La difesa e la stessa costruzione della pace deve essere l’emergenza del vostro quotidiano”.
E’ questo il messaggio rivolto dal Presidente del Consiglio regionale, Vittoriano Solazzi, agli oltre 400 studenti provenienti da tutte le Marche, che hanno partecipato alla “Giornata regionale per la Pace”, ospitata presso l’auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona.
Giunta alla settima edizione ed istituita nel 2002 attraverso una legge che – come sottolineato da Solazzi - poggia le sue fondamenta sui principi costituzionali e sulle dichiarazioni internazionali a difesa dei diritti umani, l’iniziativa è stata organizzata dal Consiglio regionale, con la collaborazione dell’Università per la Pace, ponendo questa volta al centro dell’attenzione la fraternità come sintesi di integrazione e di convivenza civile tra i popoli. “Non possiamo non dedicare questa giornata – ha concluso Solazzi – ad un uomo che ha sacrificato tutta la sua vita per la pace. Nelson Mandela è stato e sarà sempre un esempio per tutti noi. Ricorderemo la serenità del suo sorriso, nonostante le innumerevoli difficoltà incontrate lungo la strada della vita.”
Progetto, amore, trasformazione, invece, sono per Mario Busti, Presidente dell’Università per la Pace, i tre concetti basilari che devono caratterizzare la vita di ogni persona e la scuola occupa – come ribadito da Alessandra Di Emidio dell’Ufficio Scolastico regionale - un posto centrale nella formazione, non solo strettamente didattica, delle nuove generazioni.
“Fraternità strumento di pace”, è anche il tema scelto per il concorso promosso dal Consiglio regionale – sempre con la collaborazione dell’Università per la pace e dell’Ufficio scolastico regionale - con l’obiettivo di favorire nei giovani la riscoperta del significato di valori importanti per la loro vita, attraverso il dialogo e nuove forme di partecipazione. Ben 91 le scuole partecipanti su tutto il territorio marchigiano, quindici quelle che hanno superato le selezioni provinciali.
Gli elaborati vincenti provengono dalle scuole primarie dell’Istituto comprensivo “Regina Elena” di Civitanova Marche, dalle medie “Galielo Galilei” e dal Liceo musicale “Marconi” di Pesaro, dall’Istituto “Panzini” di Senigallia. La presentazione dei testi è stata affidata all’attrice Roberta Biagiarelli, mentre le “Letture di Pace” (il commento ad un canto del Paradiso della “Divina Commedia” di Dante Alighieri e de“La Ginestra” di Giacomo Leopardi) all’attore Matteo Giardini.
“Non ci fermiamo – ha concluso Solazzi facendo riferimento al titolo della canzone proposta dagli studenti del Liceo musicale “Marconi” – andiamo avanti insieme verso nuovi orizzonti di pace.”
A.Is.

Comunicato n.320, Giovedì 12 Dicembre 2013
 
 
Consiglio regionale Assemblea legislativa – P.zza Cavour, 23 60121 Ancona - C.F. 80006310421 - Tel. 071/22981 - Fax -071/2298539