Urbino, Palazzo Ducale
 
 

UNA NUOVA LEGGE PER LA QUALITA' AGROALIMENTARE E RURALE DELLE MARCHE

Il Consiglio regionale approva le norme per definire i requisiti dei distretti di qualità agroalimentare e rurale marchigiani

Via libera a larga maggioranza nel corso della seduta odierna dell'Assemblea, alla proposta di legge relativa alla disciplina dei distretti rurali ed agroalimentari di qualità (relatori Traversini del Pd e Bucciarelli della Federazione della Sinistra) su cui sono intervenuti i consiglieri Ciriaci (Pdl), Cardogna (Verdi) e Marangoni (“Popolo e Territorio – Libertà e Autonomia”) e l’assessore competente Paolo Petrini (Pd).
Semaforo verde anche verso le proposte di regolamento nn. 4 e 5 inerenti le modifiche alle norme sull’utilizzo del litorale marittimo marchigiano per finalità turistiche e ricreative (relatori Badiali del Pd e Marinelli del Pdl).
Per quanto attiene all'esame degli atti ispettivi, l'assessore alla Salute Mezzolani (Pd) ha risposto alle interrogazioni n.358 di Marinelli (Per le Marche) sull'integrazione dei medici di famiglia nel CUP; alla n.294 di Latini (Api) sulla situazione dei precari in seno all'ASUR- ZTL di Jesi; alla n.706 di Acquaroli (Pdl) sul concorso pubblico per la copertura di 12 posti di autista di ambulanze.
L'assessore al bilancio Marcolini (Pd) ha invece risposto all'interrogazione n.583 di Silvetti (Fli) sull'Agenzia delle Entrate di Pesaro; l'assessore al territorio Viventi (Udc) alla n. 540 di Giancarli (Pd) sulla viabilità della zona Torrette di Ancona ed infine l'assessore all'Ambiente Donati (Idv) alla n.448 di Massi (Pdl) riguardante gli impianti di cogenerazione nel comune di Tolentino.
Alle interpellanze nn.36 e 37 a firma Marangoni (Popolo e Territorio – Libertà e Autonomia) sullo stato di attuazione delle misure previste nell’accordo di programma per la “Antonio Merloni”, ha risposto l'assessore al lavoro Marco Luchetti (Pd) alla presenza di una folta delegazione di lavoratori.
Luchetti ha fatto presente “che non è in atto alcuna discriminazione sul reintegro degli operai residenti in provincia di Pesaro e Urbino e che si sta provvedendo, comunque, ad una rimodulazione dello stesso accordo per fornire garanzie sempre più concrete”
Marangoni ha replicato che i 350 reintegri non sono stati effettuati in modo omogeneo sul territorio regionale, evidenziando la penalizzazione del pesarese (solo il 5%) e, in parte, del maceratese (solo il 18%). Allo stesso argomento è stata abbinata un’interrogazione del Cons. Bucciarelli (Federazione della Sinistra).
Approvata all’unanimità la risoluzione cui fanno capo le mozioni nnn.306 (Silvetti, Eusebi, Bugaro), n.268 (D'Anna) e n.314 (Binci) sulla situazione di Telecom Italia nelle Marche. L’azienda sta operando tagli consistenti al personale su tutto il territorio nazionale e negli ultimi anni si è registrato il dimezzamento degli addetti regionali.
“Abbiamo già richiesto un incontro all’azienda – ha sottolineato Luchetti– anche per anticipare il piano industriale che dovrebbe essere presentato nel corso del prossimo mese di giugno.”
Via libera, infine, alla mozione n.311 contro la chiusura di tutte le sedi distaccate dei
tribunali e dei giudici di pace delle Marche, presentata da oltre venti consiglieri appartenenti a svariati gruppi.
(P.C.)
Martedì 24 Aprile 2012
 
 
Consiglio regionale Assemblea legislativa – P.zza Cavour, 23 60121 Ancona - C.F. 80006310421 - Tel. 071/22981 - Fax -071/2298539