MONITORAGGIO ISTITUTI PENITENZIARI, IL GARANTE IN VISITA A FOSSOMBRONE

Confronto diretto con Direttore, Comandante della Polizia penitenziaria e responsabile delle attività trattamentali e colloqui con i detenuti. Approfondimento sulla situazione sanitaria. In via di ultimazione la prima fase dei lavori di ristrutturazione, la seconda sarà avviata entro breve

MONITORAGGIO ISTITUTI PENITENZIARI,
IL GARANTE IN VISITA A FOSSOMBRONE.

Confronto diretto con Direttore, Comandante della Polizia penitenziaria e responsabile delle attività trattamentali e colloqui con i detenuti. Approfondimento sulla situazione sanitaria. In via di ultimazione la prima fase dei lavori di ristrutturazione, la seconda sarà avviata entro breve

Visita del Garante Andrea Nobili alla casa di reclusione di Fossombrone nell’ambito dell’azione di monitoraggio riavviata in presenza subito dopo il lungo periodo di lockdown. Come per gli istituti di Montacuto e Barcaglione di Ancona, Villa Fastiggi di Pesaro e Fermo, anche in questo caso il Garante ha chiesto di poter avere un confronto diretto con più componenti del sistema carcerario. Incontro con Direttore, Comandante della Polizia penitenziaria e responsabile delle attività trattamentali per avere un quadro compessivo della situazione, con approfondimenti anche per quanto riguarda la situazione sanitaria. L’esigenza dell’attuale azione di monitoraggio, infatti, è soprattutto quella di seguire con attenzione le varie fasi del ritorno alla normalità, avviate con il ripristino dei colloqui in presenza, che a Fossombrone Nobili ha avuto con diversi detenuti.
Nel corso della visita è stato possibile affrontare anche la problematica inerente la ristrutturazione dell’istituto, con una prima fase dei lavori, avviati dopo un lungo periodo di attesa e che hanno comportato la chiusura di una sezione, ormai in via di ultimazione ed una seconda che dovrebbe essere attivata entro breve
A completare questa prima verifica negli istituti penitenziari marchigiani, la prossima visita a Marino del Tronto di Ascoli Piceno.

A.Is.
Comunicato n.145, Martedì 7 Luglio 2020