"FROLLA”, UNA STORIA DOLCE

Presentato a Palazzo delle Marche il video che racconta la vita all’interno del microbiscottificio nato come esperienza di inclusione sociale per i diversamente abili a San Paterniano di Osimo. Il Presidente dell’Assemblea legislativa, Antonio Mastrovincenzo: “Uno progetto bellissimo, uno dei tanti sostenuti dal Consiglio regionale nell’area del sociale”

Un video per raccontare la vita all’interno “Frolla”, il microbiscottificio nato come esperienza di inclusione sociale a San Paterniano di Osimo. L’opera è stata presentata a Palazzo delle Marche dal Presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovicenzo, e dal regista Mauro Santini.
“Ho incontrato diverse volte i ragazzi di “Frolla” - ha sottolineato lo stesso Mastrovincenzo - e mi sono sentito sempre accolto come in famiglia. Il video sul microbiscottificio fa parte dei tanti progetti che il Consiglio ha scelto di sostenere in questa legislatura riguardanti l’area del sociale. Un progetto bellissimo a cui ho tenuto da subito molto”.
Con musiche di Marco Fagotti, insieme a Santini ideatore del progetto, il “cortometraggio” è il risultato di un’osservazione attenta di quanto avviene all’interno del laboratorio e del “diversamente” bar, che si è di recente aggiunto alla pasticceria completando l’attività. Ci sono i ragazzi e le ragazze alle prese con il lavoro di tutti i gironi, mentre sono all’opera per realizzare i biscotti artigianali o si preparano per servire caffè e colazioni al bar. “Per ora sono in tutto sette minuti - ha spiegato il regista – in cui si racconta la genesi di un biscotto. Solo l’inizio di un lavoro più ampio che scaturirà in un docu-film di circa 40 minuti”.
“Frolla” nasce da un’idea di Gianluca Di Lorenzo, operatore sociale, e Jacopo Corona, aspirante pasticcere, che hanno scelto di fare del lavoro sociale una scelta di vita allo scopo di garantire a soggetti svantaggiati un percorso di inserimento lavorativo finalizzato nell’integrazione nella società. “La nostra è una storia giovane – ha evidenziato Corona – che ha solo due anni di vita, ma vederla raccontare con le immagini è stato un sogno”.
Nel corso della conferenza stampa tutti i presenti, a partire dal Presidente Mastrovincenzo, hanno voluto ringraziare Giuliano De Minicis, scomparso lo scorso maggio, che aveva fatto da “trait d’union” per la realizzazione del progetto e al quale si è voluto dedicare i video. Alla presentazione a Palazzo delle Marche hanno partecipato anche alcuni dei protagonisti del docu-film.


C.C.





Comunicato n.159, Venerdì 17 Luglio 2020