APPROVATI PIANO LAVORI PUBBLICI E PDL START UP

Il programma di opere pubbliche di competenza della Regione per il 2021-2023, licenziato a maggioranza, può contare su risorse per 121,7 mln. Licenziata all'unanimità la proposta di legge, che contiene misure di sostegno a nuove progettualità digitali e innovative. Voto unanime anche per la risoluzione con la quale l’Assemblea esprime la condanna a ogni azione di intolleranza e violenza fisica e verbale rivolta alle donne. Ok per la mozione M5s che impegna la Giunta, nella riorganizzazione delle strutture, a prevedere uno specifico servizio Politiche sociali
Approvati dal Consiglio regionale il Programma triennale dei lavori pubblici di competenza della Regione e la pdl a iniziativa della Giunta sulle Start up innovative. In coda ai lavori voto unanime anche per la risoluzione sottoscritta da tutti i consiglieri con la quale l’Assemblea legislativa esprime la condanna a ogni azione di intolleranza e violenza fisica e verbale rivolta alle donne. Via libera, inoltre, per la mozione del M5s che impegna la Giunta, nella riorganizzazione delle strutture tecniche amministrative, a prevedere uno specifico servizio Politiche sociali

PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI

Via libera a maggioranza (astenuti Pd, M5S e Rinasci Marche) per il Programma dei lavori pubblici di competenza della Regione 2021-2023 e l’elenco annuale 2021. A disposizione fondi per 121,7 milioni di euro che serviranno alla realizzazione di opere in tutte le 5 province. In particolare andranno 21,2 milioni a Pesaro-Urbino, 40,4 ad Ancona, 41,7 a Macerata, 7,7 a Fermo, 10,7 ad Ascoli Piceno. Relatori dell'atto amministrativo per la maggioranza Andrea Assenti (FdI), per l'opposizione Micaela Vitri (Pd).

START UP INNOVATIVE

Approvata all’unanimità la proposta di legge, ad iniziativa della Giunta regionale, in materia di sviluppo della comunità delle Start up innovative. Relatori i consiglieri Marco Ausili (FdI) per la maggioranza, e Manuela Bora (Pd) per la minoranza. La pdl si pone l’obiettivo di sostenere l’avvio delle nuove progettualità e l’imprenditoria emergente ad elevato potenziale digitale; di rafforzare l’ecosistema innovativo regionale già esistente, dando visibilità all’intera comunità degli incubatori e acceleratori e promuovendo la struttura di rete. In primo piano, inoltre, la ricerca nel settore digitale, l’attrazione delle start up di successo da altre regioni, lo sviluppo della digitalizzazione e la creazione di nuove opportunità di lavoro. A disposizione nel 2021 risorse per circa 1 milione di euro.

RISOLUZIONE CONTRO VIOLENZA FISICA E VERBALE DONNE

In chiusura di seduta, disco verde all’unanimità per la risoluzione sottoscritta da tutti i consiglieri regionali con la quale l’Assemblea legislativa esprime la condanna a ogni azione di intolleranza e violenza fisica e verbale rivolta alle donne. L’atto impegna la Giunta a promuovere con forza ogni iniziativa finalizzata all’attuazione di politiche di promozione delle pari opportunità, di rimozione degli stereotipi di genere, di prevenzione e di contrasto alla violenza di genere. La risoluzione ha preso le mosse da una mozione a iniziativa del gruppo Pd (prima firmataria Emanuela boRA) che riguardava la campagna denigratoria nei confronti dell'onorevole Alessia Morani.

MOZIONE SERVIZIO POLITICHE SOCIALI

Approvata dal Consiglio regionale all’unanimità la mozione proposta da Simona Lupini e Marta Ruggeri (M5s) che impegna la Giunta, nell’ambito della riorganizzazione delle strutture tecniche amministrative, a prevedere uno specifico servizio Politiche sociali, senza procedere con accorpamenti, e uno specifico incarico di direzione dello stesso servizio Politiche sociali. Prima di passare all'esame delle mozioni, l'Aula ha discusso alcune interrogazioni su diverse tematiche.

C.C.
Martedì 27 Aprile 2021