MODIFICHE ALLA LEGGE SU SPORT E TEMPO LIBERO
Un rappresentante di Sport e Salute nel Comitato previsto dalla legge del 2012. Adeguamento resosi necessario alla luce del riconoscimento del nuovo organismo quale soggetto istituzionale con compiti operativi. Aumentato il tetto relativo al concorso di spesa regionale in favore dei comuni per la riqualificazione degli impianti sportivi. Accolta una mozione per il contrasto all’abuso di alcol tra i giovani.
Via libera all’unanimità da parte del Consiglio regionale alle modifiche alla legge regionale n.5 del 2012 in materia di sport e tempo libero. In particolare l’intervento di adeguamento tocca gli articoli 4, 8 e 9 della normativa in questione, in riferimento al riconoscimento, in sede nazionale, di Sport e Salute spa quale soggetto istituzionale operativo nel nuovo modello di governance del settore sportivo. Di conseguenza, nella legge regionale così modificata, viene previsto l’ingresso di un rappresentante di Sport e Salute spa all’interno del già previsto Comitato dello sport e del tempo libero. Tale presenza consente di colmare un vuoto normativo e di rappresentanza e rafforza il ruolo propositivo e consultivo del Comitato. Inoltre, si ricomprende Sport e Salute spa fra i soggetti con cui poter instaurare rapporti di collaborazione istituzionale e stipulare convenzioni. Nell'ambito delle modifiche alla legge è stato inoltre innalzato il tetto relativo al concorso di spesa della Regione in favore dei comuni per la riqualificazione dell'impiantistica sportiva, portandolo dal precedente 50% all'80% della spesa ritenuta ammissibile per l’intervento. La legge è stata illustrata in Aula dai consiglieri Carlo Ciccioli (FdI) e Andrea Biancani (Pd).

CONTRASTO ALL’ABUSO DI ALCOL TRA I GIOVANI

Iniziative rivolte ai minorenni e alle famiglie per la sensibilizzazione e il contrasto all’abuso di bevande alcoliche. E’ il titolo della mozione, ad iniziativa dei consiglieri Simona Lupini (Misto), Marta Ruggeri (M5S) e Luca Santarelli (Rinasci Marche), approvata all’unanimità dal Consiglio regionale. Nel provvedimento, alla luce dell’aumento di casistiche ed episodi di abuso di alcol tra giovani, si chiede l’impegno di Presidente e Giunta regionale ad intraprendere iniziative per la realizzazione di campagne rivolte ai minorenni, nonché alle famiglie, per la sensibilizzazione e il contrasto all’abuso di sostanze alcoliche, prevedendo, tra le varie possibilità, specifici accordi con le associazioni di categoria rappresentative dei pubblici esercenti.

L.B.
Martedì 3 Maggio 2022