APPROVATE RISOLUZIONI ALL'UNANIMITA' SU PRESIDI PER LA SICUREZZA E VITTIME CIVILI DI GUERRA
Voto unanime anche per una risoluzione sulla tassazione agevolata per prodotti di igiene femminile e pannoloni. Respinte le mozioni delle opposizioni sulla richiesta dello stato di emergenza per il terremoto e sulla sfiducia all'assessore con delega alla protezione civile.
RISOLUZIONE PRESIDI SICUREZZA
Con 24 voti a favore approvata all'unanimità una risoluzione, sottoscritta dai consiglieri di maggioranza e opposizione, "Richiesta di un presidio fisso e permanente di Polizia al quartiere Lido Tre Archi del Comune di Fermo". L'atto, richiamando la risoluzione unanime del febbraio 2021 per il rafforzamento dell'organico delle Forze dell'ordine, chiede l'impegno di intervenire presso la Presidenza del Consiglio e il Ministero dell'Interno per richiedere un presidio permanente nel quartiere fermano, teatro di ricorrenti e gravi fatti di cronaca. Proposto inoltre di intraprendere "un progetto sperimentale per il controllo permanente del territorio nei Comuni di Fermo, Civitanova Marche, Porto Sant'Elpidio" e di "avviare un protocollo per la sicurezza integrata tra le Prefetture delle Province di Fermo e di Macerata e i Comuni di Fermo e Civitanova Marche". Il testo recepisce la mozione a firma del gruppo Pd, primo firmatario il consigliere Fabrizio Cesetti, integrata con il contributo dell'assessore Saltamartini.

IGIENE FEMMINILE E PANNOLONI, ATTO DI INDIRIZZO PER TASSAZIONE AGEVOLATA
L'ultimo atto approvato nel corso dei lavori assembleari è una risoluzione a firma bipartisan "Abolizione e riduzione aliquota IVA al 4% sui prodotti di igiene femminile e pannoloni", che recepisce il testo delle due mozioni abbinate “Stop Tampon Tax. Il ciclo non è un lusso”, presentata dai consiglieri del Gruppo Pd, e “Riduzione aliquota IVA sui prodotti di igiene femminile e pannoloni”, ad iniziativa dei consiglieri di maggioranza Rossi (Civici Marche), primo firmatario, Ciccioli (FdI), Marcozzi (FI), Menghi (Lega), Leonardi (FdI), Biondi e Marinelli (Lega), Latini (Udc).

RISOLUZIONE VITTIME CIVILI DELLE GUERRE
Alla ripresa dei lavori, sospesi per mancanza del numero legale e riconvocati dopo un'ora, l'Aula ha approvato una risoluzione all'unanimità per sensibilizzare sull'uso delle armi belliche. L'atto, richiamando la legge nazionale del 2017, invita a celebrare con il coinvolgimento degli enti locali la “Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo" prevista il primo febbraio e legata quest'anno alla campagna “Stop alle bombe sui civili”, promossa dall’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVCG). Proposta inoltre la promozione di iniziative regionali per sensibilizzare sui pericoli del ritrovamento di ordini bellici esplosivi, rivolte in particolare ai giovani. L'atto recepisce la mozione presentata dal gruppo Pd, con primo firmatario il consigliere regionale Andrea Biancani, "Iniziative regionali di sensibilizzazione sui tragici effetti dell'uso di armi esplosive nelle aree popolate durante i conflitti e sui pericoli del ritrovamento di ordigni bellici inesplosi".

RESPINTA MOZIONE DI SFIDUCIA ASSESSORE PROTEZIONE CIVILE
Respinta la proposta di atto di indirizzo "Mozione di sfiducia assessore con delega alla protezione civile", a firma del gruppo Pd, sottoscritta anche dalla consigliera Marta Ruggeri (M5s), relativa all'evento alluvionale dello scorso 15 settembre. La mozione è stata bocciata a maggioranza, con 19 voti contrari e 9 favorevoli. Il voto è stato espresso in Aula dopo un partecipato dibattito, concluso dal Presidente della Giunta Francesco Acquaroli, al quale hanno preso parte esponenti di maggioranza e opposizione e l'assessore alla protezione civile Stefano Aguzzi.

RESPINTA MOZIONE SU STATO DI EMERGENZA
In apertura di seduta, dopo la votazione del rinvio della proposta di atto amministrativo sul Bilancio consolidato, l'Aula ha avviato l'esame degli atti di indirizzo. Respinta a maggioranza, con 15 voti contrari e 9 favorevoli, la mozione "Richiesta stato di emergenza in conseguenza della sequenza sismica che dal 9 novembre scorso sta interessando le Marche", a firma del Gruppo Pd, sottoscritta anche dai consiglieri Marta Ruggeri (M5s) e Luca Santarelli (Rinasci Marche). La richiesta dello stato di emergenza è stata inoltrata al Governo dal Presidente della Giunta regionale nella giornata del 21 novembre. Prima della votazione sono intervenuti, oltre i firmatari della proposta di mozione, consiglieri regionali esponenti della maggioranza e l'assessore alla protezione civile Stefano Aguzzi.

SESSIONE ISPETTIVA
Alla sessione ispettiva, dedicata ad interrogazioni a risposta orale e interpellanze, sono intervenuti per rispondere ai quesiti gli assessori Saltamartini (sanità), Brandoni (bilancio) e Aguzzi (protezione civile). Tra gli argomenti al centro delle interrogazioni la rete ospedaliera, nomine, infrastrutture viarie.
L.V.

Mercoledì 23 Novembre 2022