Resoconto seduta n.170 del 10/02/2010

SEDUTA N. 170 DEL 10 FEBBRAIO 2010


Presidenza del Presidente
Raffaele Bucciarelli


La seduta inizia alle ore 10,30


Comunicazioni del Presidente

PRESIDENTE. Do per letto il processo verbale della seduta n. 169 del 9 febbraio 2010, il quale, ove non vi siano obiezioni, si intende approvato ai sensi dell'art. 29 del regolamento interno.
Hanno chiesto congedo i Consiglieri Brini, Minardi, Mezzolani.

Proposta di atto amministrativo n. 132
della Giunta regionale
“Piano regionale del trasporto pubblico locale – legge regionale 24 dicembre 1998, n. 45, articoli 10 e 11”
(Votazione sospesa)
(Discussione nella seduta n. 168 dell’8 febbraio 2010)

PRESIDENTE. L’ordine del giorno reca la proposta di atto amministrativo n. 132 ad iniziativa della Giunta regionale. Passiamo alla discussione e votazione degli emendamenti.
Ha chiesto la parola il Consigliere Altomeni.

Michele ALTOMENI. Mi corre ancora questa incombenza, che devo dire non mi dispiace neppure più di tanto.
Come lei ama ricordare, Presidente, quest’Aula è la casa della democrazia dei marchigiani e la democrazia, come me l’hanno insegnata a scuola, è la rappresentanza del pluralismo della società. Però purtroppo ci sono forze politiche che pur portando la democrazia nel nome perseguono poi come principale obiettivo politico la cancellazione della rappresentanza di una parte di questa società, sia essa marchigiana che italiana.
Per cui, Presidente, visto che la democrazia è fatta anche di numeri credo che ora occorra altresì verificarli. Chiedo quindi la verifica del numero legale.

PRESIDENTE. Procediamo alla verifica del numero legale.
Presenti: Altomeni, Badiali, Benatti, Comi, Lippi, Luchetti, Mammoli, Mollaroli, Ortenzi, Petrini, Ricci, Rocchi, Solazzi, Spacca, Viventi.
Assenti: Amagliani, Binci Brandoni, Brini, Bucciarelli, Bugaro, Cesaroni, Ciriaci, D’Anna, D’Isidoro, Donati, Giannini, Giannotti, Massi, Mezzolani, Minardi, Natali, Parrucci, Pistarelli, Procaccini, Romagnoli, Santori, Silvetti, Sordoni, Tiberi.
Il numero legale non è garantito. Per cui, essendo la quarta volta che in queste ultime sedute assembleari manca il numero legale, ritengo non ci siano le condizioni per sospendere la seduta e riprendere i lavori fra un’ora. L’Assemblea legislativa è sciolta.

La seduta termina alle ore 10,35