Testata sito

 

MISURE DI SOSTEGNO PER IL VOLONTARIATO

Approvata dal Consiglio regionale, nel corso della quinta seduta in videoconferenza, una risoluzione dedicata al settore e alle persone senza fissa dimora. Via libera per diverse mozioni. Discussa anche una serie di interrogazioni. Ancora un minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus

Un minuto di silenzio per le vittime del Coronavirus ha aperto la quinta seduta in videoconferenza del Consiglio regionale. Approvata una risoluzione dedicata alle misure di sostegno per il volontariato e per le persone senza fissa dimora. Via libera per diverse mozioni. Discussa anche una serie di interrogazioni.

VOLONTARIATO

Via libera all'unanimità alla risoluzione "Misure straordinarie per il sostegno alle organizzazioni di volontariato impegnate nell'emergenza Covid, per il sostegno del Terzo settore e ulteriori misure straordinarie a sostegno delle persone senza fissa dimora" a firma dei consiglieri Biancani, Bisonni, Marconi, Pergolesi, Maggi, Giancarli, Mastrovincenzo e Minardi. L'atto di indirizzo chiede un intervento finanziario straordinario a favore degli enti del volontariato che integrano l'assistenza domiciliare offerta dal sistema sanitario pubblico e, preso atto del progetto della Regione "Terzo settore in rete per l'emergenza Covid - 19", chiede di ampliare il sostegno a tutte le associazioni, fondazioni ed enti privati che stanno garantendo supporto durante l'emergenza sanitaria, affrontando maggiori costi, in particolare nella gestione delle residenze, per la riorganizzazione dei presidi e la fornitura delle protezioni individuali al personale. La risoluzione chiede inoltre provvedimenti per tutelare le persone senza fissa dimora e sollecita l'istituzione di un'Alta Scuola di Formazione del Volontariato in collaborazione con il Centro servizi per il volontariato, da localizzare in una posizione baricentrica per agevolare la partecipazione. L’atto ha recepito le mozioni “Sostegno finanziario straordinario alle organizzazioni di volontariato che collaborano nell'assistenza sanitaria e socio-sanitaria domiciliare” a iniziativa dei consiglieri Biancani (Pd) e Bisonni (Verdi), “Tutela delle persone senza dimora” a iniziativa del consigliere Bisonni (Verdi) e "Istituzione Alta Scuola di Formazione per il Volontariato nella regione Marche e promozione corsi di pubblico interesse" a iniziativa dei consiglieri Pergolesi, Maggi (M5s) e Giancarli (Pd).

MOZIONI E INTERROGAZIONI

Potenziamento dell’attività didattica scolastica in modalità smart learning e accelerazione nella piena applicazione del Piano telematico regionale. Sono gli obiettivi della mozione approvata all'unanimità dall’Assemblea legislativa. L'atto, proposto dai Cinquestelle Fabbri e Maggi, impegna Presidente e Giunta regionale a “realizzare tutte le azioni utili, anche di concerto con il Miur, le Province e gli altri soggetti competenti in materia di didattica scolastica, affinché venga urgentemente potenziato, favorito e sostenuto l’utilizzo di tecnologie digitali e telematiche in modalità smart learning”. Si chiede inoltre di accelerare la “piena applicazione del Piano Telematico regionale per allinearsi agli obiettivi dell'Agenda digitale europea”.
Dopo un lungo e articolato dibattito nel corso del quale sono intervenute tutte le forze politiche ha ottenuto il via libera (8 voti a favore, 4 contrari e 14 astenuti) la mozione proposta dal consigliere Luca Marconi (Udc-Popolari Marche) dove si chiede al Presidente della Giunta di farsi promotore presso il Governo nazionale della proposta di tenere in date separate il referendum confermativo della riforma costituzionale per la riduzione dei parlamentari e le elezioni per il rinnovo dei Consigli regionali e comunali. A seguire approvata (12 favorevoli, 10 contrari, 5 astenuti) la mozione della Lega (Sandro Zaffiri, Marzia Malaigia, Mirco Carloni e Luigi Zura Puntaroni) sulla tutela degli ospedali di Camerino e delle aree interne. Parere favorevole - con 13 voti favorevoli 3 contrari e 3 astenuti - anche per quella inerente il “Piano straordinario di assunzioni di professionisti psicologi a sostegno della cittadinanza e del personale sanitario a seguito dell''emergenza", sempre sottoscritta dall'intero gruppo leghista con prima firmataria Marzia Malaigia.
Nel corso dei lavori approvate le mozioni del consigliere Talè (Italia Viva) “Condizioni igienico sanitarie degli animali da compagnia – Ripresa delle attività di toelettatura” e dei consiglieri Malaigia Zaffiri (Lega) e Leonardi (FdI) “Si consenta agli operatori professionali impegnati nella tutela del benessere degli animali d’affezione di riaprire le toelettature”. I due atti di indirizzo invitano a predisporre le azioni necessarie a consentire la riapertura delle attività di toelettatura degli animali domestici, fermo restando il rigoroso rispetto di tutte le misure di sicurezza sanitaria sui luoghi di lavoro volte a contenere il contagio da Covid -19.
Via libera unanime per la mozione "Contro la riapertura delle attività di gioco d’azzardo" a iniziativa dei consiglieri Marconi, Mastrovincenzo, Micucci, Minardi, Urbinati, Biancani, Rapa, Traversini, Volpini, Bisonni, Maggi, Celani. Il documento di indirizzo impegna il presidente della Giunta regionale a chiedere al governo un ulteriore rinvio dell’apertura di tutte le attività di gioco lecito e statale, considerando "innopportuna" l’annunciata riapertura già dal 4 maggio 2020, anche in considerazione della fragilità psicologica e relazionale di molti cittadini provati dall’epidemia e dall’isolamento sociale e alla luce della grave crisi di lavoro e di disponibilità economica di molte famiglie. La mozione richiama inoltre la legge regionale sull’azzardopatia che pone le Marche in prima linea a livello nazionale.
Approvate anche la mozione "Misure straordinarie a sostegno delle strutture socio sanitarie” a firma del consigliere Marconi (Udc) che chiede supporto economico e per la gestione di queste realtà e la mozione “Emergenza Covid-19: abbattere i costi di iscrizione e frequenza ai corsi per Operatore Socio Sanitario (OSS)” del consigliere Fabbri (M5s).
I lavori dell'Assemblea sono proseguiti con il tema dell'organizzazione dei trasporti nel post-emergenza. Voto favorevole unanime per la mozione "Covid-19: superare la fase di emergenza con una nuova politica di gestione del trasporto pubblico locale" a firma dei consiglieri Fabbri (M5s) e Micucci (Pd), nella quale si chiede di alla Regione di istituire un tavolo di coordinamento sul trasporto pubblico locale, al quale partecipino enti locali, gestori del servizio, sindacati, associazioni dei consumatori, enti di ricerca. Tra le attività sollecitate la realizzazione di Reti di Mobilità di Emergenza cittadine in corrispondenza delle zone a maggior traffico, parcheggi di scambio e incentivi per promuovere la mobilità sostenibile.
Nel corso dei lavori il Consiglio ha preso in esame diverse interrogazioni, tutte inerenti problematiche legate all’emergenza Coronavirus.

Redazione Ufficio Stampa


Giovedì 30 Aprile 2020
 

 
 
Consiglio - Assemblea legislativa delle Marche
Piazza Cavour 23 - 60121 Ancona
TEL. 07122981  FAX 0712298203  PEC assemblea.marche@emarche.it
Codice Fiscale  80006310421