PARTECIPAZIONE E UNIONI MONTANE, APPROVATE DUE PROPOSTE DI LEGGE

Via libera anche alla proposta di legge sulle celebrazioni dei 500 anni dalla nascita di Sisto V e un aggiornamento alle norme su attività funebri e cimiteriali. Accolte mozioni su allevamento, smart work, infrastrutture, ambiente, ferrovie e scuola.
POLITICHE PUBBLICHE, UNA PDL PER PROMUOVERE LA PARTECIPAZIONE

La seduta si è aperta con l'esame e la votazione della proposta di legge "Disposizioni in materia di partecipazione all'elaborazione e alla valutazione delle politiche pubbliche", a iniziativa dei consiglieri Pd Mastrovincenzo, Giacinti e Minardi. La proposta, relatori Minardi e Maggi, ha ottenuto il via libera con 16 voti a favore e 5 astenuti. La legge introduce disposizioni per promuovere e disciplinare processi partecipativi e i soggetti che possono intervenire per avviarli sono persone che risiedono nel territorio interessato, coloro che lavorano, studiano, soggiornano nel territorio medesimo o che sono interessati all'oggetto del processo partecipativo. Tra i soggetti che possono partecipare anche le imprese, le associazioni, le organizzazioni e le altre formazioni sociali che hanno la propria sede nel territorio interessato dal processo o che hanno interesse allo stesso. La legge, finanziata con 25 mila euro, intende per processo partecipativo, l'avvio e l'elaborazione di un progetto futuro, di una futura norma o politica di competenza della Regione, degli enti locali o di altri soggetti pubblici. Istituita anche la "Giornata della partecipazione".

UNIONI MONTANE, PIU' FACILE L'INGRESSO DEI COMUNI
Sarà più semplice per un Comune entrare nelle Unioni montane. Lo stabilisce la proposta di legge a firma dei consiglieri Pd Traversini, Sciapichetti e Giancarli, approvata dal Consiglio regionale con 16 voti favorevoli e 2 astenuti. La proposta, di cui sono relatori Minardi e Maggi, costituisce un aggiustamento tecnico alla legge regionale del 2013 "Norme in materia di unioni montane e di esercizio associato delle funzioni dei Comuni montani" e prevede che possono chiedere di partecipare a un'Unione Montana già costituita i Comuni appartenuti a Comunità montane anche non confinanti con il territorio dell’ Unione; i Comuni montani e parzialmente montani con popolazione non superiore a 10.000 abitanti confinanti con il territorio dell’Unione; i Comuni non montani con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, confinanti con il territorio dell’Unione. Previste inoltre premialità alle Unioni per i processi di aggregazione andati a buon fine e disincentivi in caso contrario. Le disposizioni della legge, come stabilito da un emendamento approvato dall'Aula, entreranno in vigore dal primo gennaio del 2021.

CELEBRAZIONI SISTO V
Via libera unanime del Consiglio regionale alla proposta di legge "Celebrazioni del V Centenario della nascita di Sisto V ". A iniziativa dei consiglieri Urbinati (Italia Viva), Pieroni e Rapa (Uniti per le Marche – socialisti), la proposta è stata approvata con 18 voti a favore. La legge, finanziata con 180 mila euro, relatori Urbinati e Maggi, promuove e sostiene iniziative, incontri, eventi in onore del pontefice nato a Grottammare il 13 dicembre del 1521. Previsto il coinvolgimento delle scuole e progetti di respiro nazionale e internazionale, con Montalto e Grottammare comuni capofila. Valorizzato anche il ruolo dei Musei Sistini, i dieci poli culturali distribuiti in altrettanti Comuni, con Rotella centro di riferimento.

ATTIVITA' FUNEBRI E CIMITERIALI

Accolta all'unanimità la proposta di atto amministrativo, a iniziativa del consigliere Enzo Giancarli (Pd), che aggiorna il regolamento del 2009 "Attività funebri e cimiteriali ai sensi dell’articolo 11 della legge regionale 1° febbraio 2005, n. 3” . La modifica, illustrata dai relatori Giancarli e Pergolesi, stabilisce che "non costituiscono ampliamento le modifiche interne, al che non comportano variazioni del perimetro dello stesso cimitero".

APPROVATE MOZIONI IN CHIUSURA DI SEDUTA
Il Consiglio regionale ha dedicato la seconda parte dei lavori all'esame e alla votazione di una serie di atti di indirizzo. Approvata, 8 voti a favore e 1 astenuto, la mozione a firma del consigliere Fabbri (M5s) "Tutela degli allevamenti marchigiani dalle predazioni selvatiche" e, sempre a firma dello stesso consigliere, accolta all'unanimità con 14 voti a favore, la mozione “Inserimento del c.d. 'lavoro agile' (o smart working) tra le modalità ordinarie di espletamento dell'attività lavorativa dei dipendenti regionali”, sulla quale è intervenuto anche l'assessore al personale Cesetti, proponendo l'aggiunta di un emendamento. A iniziativa dei consiglieri Rapa (Uniti per le Marche – socialisti), Giancarli (Pd) e Pergolesi, la mozione “Intervento straordinario urgente per messa in sicurezza del Ponte San Carlo di Jesi”, votata con 10 voti a favore, 1 voto contrario e 2 astenuti. Approvata con 10 voti a favore e 2 astenuti, a iniziativa dei consiglieri Bisonni (Verdi) e Pergolesi, la mozione “Un albero per ogni marchigiano”, che propone di piantumare 1,5 milioni di alberi sul territorio regionale. Votata con 11 voti a favore la mozione a firma del consigliere Fabbri (M5s) “Riattivazione tratti ferroviari Fano-Urbino, Pergola-Fabriano, Ancona Centrale-Marittima, e nuova progettazione Ferrovia Subappenninica”. Sulla ripartenza della scuola, accolto con 11 voti a favore e 2 astenuti l'atto di indirizzo “Individuazione di sedi alternative ai plessi scolastici per lo svolgimento delle elezioni dell’autunno 2020” a firma del consigliere Giacinti (Pd). La seduta si è conclusa dopo le risposte a una serie di interrogazioni in tema di sanità, trasporti e turismo.

Martedì 21 Luglio 2020