CONSIGLIO IN DIRETTA / 3

PARCHI DELLA MEMORIA STORICA. La legge ne prevede l’individuazione, anche grazie ad appositi Comitati locali, e il successivo riconoscimento. Già all’interno del corpo normativo un primo elenco di Parchi della memoria storica della Resistenza.
Approvazione unanime per la proposta di legge, ad iniziativa della Giunta regionale, tesa a valorizzare i luoghi della lotta partigiana e dell’antifascismo. In base alla legge, tali luoghi, individuati e successivamente perimetrati, anche attraverso il contributo e le segnalazioni di appositi Comitati locali, vengono denominati Parchi della memoria storica della Resistenza e vanno a comporre un sistema organico con i Percorsi della Pace e della memoria antifascista, già previsti dalla legge regionale n.15/2013. La legge appena approvata ha già in seno degli apripista cioè il Parco ubicato nell’area del Colle San Marco, nel Comune di Ascoli Piceno, quello nell’area di Monte Sant’Angelo del Comune di Arcevia, un altro nelle aree di Vilano e Paravento del Monte Catria, il Parco nell’area sita nei Comuni di Amandola e Montefortino, e quello nell’area dei Monti San Vicino e Canfaito. Questi Parchi della memoria storica, assieme a quelli che successivamente verranno riconosciuti tali, sono oggetto di tutela e di valorizzazione. Copertura iniziale della legge pari a 20mila euro. Hanno relazionato sull’atto i consiglieri Fabio Urbinati (Italia Viva) e Gianni Maggi (M5S).
Martedì 28 Luglio 2020