CONSEGNA DEL LIBRO SULLA CORTE COSTITUZIONALE AI DIPLOMATI DEL LICEO “MEDI”

Il Presidente del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo, a Senigallia per incontrare i ragazzi dell’istituto che hanno terminato il percorso scolastico. L’incontro con i giovani ha caratterizzato l’intera legislatura con significativi appuntamenti in Aula e a Palazzo delle Marche

Il Presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, a Senigallia per la consegna di copie del libro sulla Corte costituzionale ai diplomati del liceo “Medi”. “La conoscenza della sua attività – ha evidenziato – è fondamentale soprattutto per voi giovani. Mi auguro che i principi democratici della Costituzione possano rappresentare punti di riferimento costanti nella nostra vita. Scopritene la profonda attualità e imparate a difenderli nei momenti difficili che il nostro Paese dovrà affrontare. E tenete sempre presente,come evidenzia il Presidente Mattarella nell’introduzione del libro, che nella scuola si cresce, ci si incontra, si sviluppano cultura, affetti, solidarietà. Si sperimenta la vita di comunità e il senso civico”.
Un appuntamento quello con i ragazzi che ha caratterizzato l’intera legislatura, con oltre 1300 studenti accolti in Aula consiliare e a Palazzo delle Marche nell’ambito del progetto “Conoscere il Consiglio” ed altri cento, provenienti da dieci istituti scolastici marchigiani, che negli ultimi tre anni hanno svolto l’esperienza dell’alternanza scuola – lavoro, proprio presso gli uffici del Consiglio regionale, interagendo con diversi settori della vita amministrativa. Accanto a tutto questo, i diversi incontri sulla legalità e le manifestazioni per la pace, che ogni anno hanno regalato la presenza di oltre 400 ragazzi alla Mole di Ancona.
“Quella di avvicinare le istituzioni ai giovani – sottolinea il Presidente - è stata una scelta che abbiamo compiuto con grande convinzione e che ha permesso non solo di illustrare l’attività complessiva dell’Assemblea, ma anche di sviluppare un confronto diretto e costruttivo. Nel marzo scorso, purtroppo, le disposizioni per fronteggiare l’emergenza epidemiologica hanno impedito incontri già previsti in calendario, compreso l’avvio di tirocini per gli studenti universitari. L’auspicio è che i progetti portati avanti fino ad oggi possano trovare continuità anche nella prossima legislatura, rinnovando tutta l’attenzione che meritano le nuove generazioni”.

A.Is.


Comunicato n.154, Mercoledì 15 Luglio 2020